Partiti

La Sinistra

Simbolo

Scelto in un contest aperto al pubblico tra 6 possibili, esibisce il nome “la sinistra”. Un nome alternativo sarebbe potuto essere “Bella Ciao”. In basso vi sono i simboli del partito europeo di riferimento (Sinistra Europea) e del gruppo parlamentare di riferimento (GUE/NGL). La banda verde conferma quanto si sa del gruppo: questa lista vuole essere il vero punto di ritrovo della “sinistra rossoverde“.

La lista è formata da un gran numero di componenti, tra cui Sinistra Italiana, il Partito della Rifondazione ComunistaL’Altra Europa con Tsipras e diversi altri.

Schieramento in Europa

La Sinistra aderisce, come detto, a Sinistra Europea, membro del gruppo parlamentare GUE/NGL, che siede all’estrema sinistra del Parlamento Europeo. Si trova quindi all’opposizione rispetto alla presente maggioranza parlamentare (S&D+ALDE+PPE) che sostiene la Commissione.

Programma

Il programma de La Sinistra trae spunto da quello del partito europeo European Left (scaricabile qui in inglese, qui in francese e qui in tedesco; 24 pagine). La loro versione si può comunque trovare sul loro sito, e si snoda sui seguenti punti focali:

  • No all’UE delle élites, “per la rifondazione democratica dell’Europa”
  • Aumento dei poteri del Parlamento Europeo e abolizione della troika
  • Percorso costituente per un’Europa federale
  • Eliminazione del fiscal compact e delle regole fiscali europee
  • Istituzione di un’agenzia di rating pubblica
  • Armonizzazione fiscaletobin tax
  • Aliquota minima del 25% sulle società
  • Eliminazione di accordi di libero scambio come TTIP e CETA
  • Green New Deal” con investimenti massicci in energie rinnovabili
  • Blocco di opere “inutili e dannose” tra cui la TAV
  • Opposizione agli OGM
  • Salario minimo, abbassamento età pensionabile, orario di lavoro bloccato a 32h settimanali, reddito di base
  • “Per un’Europa femminista“: introduzione di quote rosa e misure contro le disparità di genere
  • Introduzione del matrimonio egalitario e dell’adozione anche per le coppie omosessuali
  • Ius soli, diritto di voto amministrativo ed europeo per gli immigrati, politiche di inclusione sociale, canali di ingresso per richiedenti asilo e persone in cerca di lavoro
  • Riequilibrio Nord-Sud a livello europeo con politiche di redistribuzione
  • Riforma culturale che preveda l’abolizione del numero chiuso e libero accesso alle università; accesso gratuito universale a internet e tutela del patrimonio artistico e culturale
  • Contrasto alla militarizzazione d’Europa

Candidati

I candidati di Sinistra Europea per il ruolo di Presidente della Commissione (Spitzenkandidaten) sono due: il sindacalista belga Nico Cué e l’attrice/politica slovena Violeta Tomić, membro del partito di sinistra Levica.

Per tornare indietro, clicca qui
Condividi:

Post correlati

Partiti

Lega

La Lista Per le europee la Lega candiderà tra le proprie fila candidati del Movimento Nazionale per la Sovranità. Perde invece l'appoggio del PLI, alleato delle scorse politiche: i liberali hanno
Partiti

+Europa

Logo Il nuovo logo, presentato domenica 7 aprile, mantiene la scritta colorata "+Europa" e la bandiera europea (che era stata inserita dopo il congresso) in basso a destra. Si aggiungono