Il bollettino del 4 Marcio

Cronache dal 4 Marcio — 106esimo Bollettino Settimanale

Anno domini 20 d.C. (dopo Craxi): a distanza di centosei settimane dalle elezioni del 4 marcio sono in pochi a essere coesi.

Non è coesa l’Unione Europea: divisa fra chi ha capito che dalle crisi si esce uniti e chi ancora no.

Non è coesa l’Italia con maggioranza e opposizione che litigano su chi voleva prima aprire tutto, poi chiudere tutto… forse basterebbe chiudere la bocca.

Non è coesa Lucia Borgonzoni ex candidata leghista in Emilia Romagna che dopo mesi passati a negare si è dimessa dal consiglio regionale per andare in Senato. Un grande gesto di altruismo verso la sua terra, meno verso la nazione.

Ma è coeso il Presidente brasiliano Jair Bolsonaro che ha minimizzato il virus. Forse potrebbe chiamare il suo collega “sovranista” Boris Johnson per ulteriori dettagli.

Opera del giorno: Il barbiere di Siviglia dedicata al Presidente della Repubblica che una prima sforbiciata la darebbe sicuramente alle cravatte di certi “europeisti” nordici.

Condividi:

Post correlati