fbpx

IMPARZIALI, COSTRUTTIVI, ACCESSIBILI

Home Il bollettino del 4 Marcio Cronache dal 4 Marcio — 78esimo Bollettino Settimanale

Cronache dal 4 Marcio — 78esimo Bollettino Settimanale

Tempo di lettura stimato: 1 min.

-

Anno domini 19 d.C. (dopo Craxi): a distanza di settantotto settimane dalle elezioni del 4 marcio sono in tanti ad avere fiducia.

Ha fiducia il premier Giuseppe Conte ripreso in un video fermo al bancone dei salumi di un supermercato. Era convinto di star portando a termine la lista dei sottosegretari.

Ha fiducia in Salvini Silvio Berlusconi improvvisamente disposto a seguire il leader leghista su tutta la linea. Per un figliol prodigo, c’è un padre prodighissimo.

Ha fiducia Luigi Di Maio che a “DiMarted’” ha confessato di apprezzare molto i memes. D’altronde ci piace sempre ciò che ci assomiglia.

Ha fiducia Albano rimosso dall’Ucraina dalla lista di persone sgradite e pronto ad andare nel Paese per “un grande concerto di pace”. Fossimo in lui andremmo cauti con certe minacce.

Ma non ha fiducia Maria Elena Boschi furiosa perché l’esclusione di toscani dal governo sarebbe a suo dire una punizione nei confronti dei renziani. Vogliamo rassicurarla: ci hanno già pensato gli elettori.

Canzone della settimana: zero stare sereno. Dedicata al fino all’ultimo attivissimo Presidente della Bce Mario Draghi.

Giunio Panarelli
Nato a Bologna, ma cresciuto salentino, frequento il corso di laurea magistrale in Politics and Policy Analysis in Bocconi. Da febbraio 2020 sono caporedattore di Oripo quindi se vi piace quello che leggete è merito mio se non vi piace è colpa degli autori. Nel 2018 è uscito per Edizioni Montag il mio primo libro "La notte degli indicibili". Un chiaro segno della crisi dell’editoria italiana.

Commenta

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.

2,773FansMi piace
3,408FollowerSegui
1,382FollowerSegui
343FollowerSegui