fbpx

IMPARZIALI, COSTRUTTIVI, ACCESSIBILI

Home Il bollettino del 4 Marcio Cronache dal 4 Marcio — 55esimo Bollettino Settimanale

Cronache dal 4 Marcio — 55esimo Bollettino Settimanale

Tempo di lettura stimato: 1 min.

-

Anno domini 19 d.C. (dopo Craxi): a distanza di cinquantacinque settimane dalle elezioni del 4 marcio sono in molti a finire nella rete.

Finisce nella rete il fondatore di Wikileaks Julian Assange arrestato a Londra. Pare che a capodanno avesse ricevuto una telefonata rassicurante dal Premier Conte: “tranquillo Julian sarà un anno bellissimo”.

Finisce nella rete Matteo Salvini che ha fatto sapere che non parteciperà al 25 aprile perché non ama i “derby fascisti e comunisti”. D’altronde a nessuno piace vedere la propria squadra perdere.

Finisce nella rete il segretario dal Partito Democratico fiero di annunciare che con il completamento delle liste per le Europee: “l’incontro fra Macron e Tsipras è finalmente compiuto”. Pronto il nuovo slogan: “Perdere tutti, perdere meglio”.

Ma non finisce nella rete l’interista Candreva che pagherà la mensa ai bimbi poveri della scuola di Minerbe dopo che il sindaco li aveva discriminati. Fantastico un Paese in cui un calciatore ha più senso civico di un sindaco.

Canzone della settimana: Gelato al cioccolato, dopo la sua condanna per aver diffamato un’associazione Lgbt siamo in trepidante attesa di sentirla cantare dal senatore Pillon.

Giunio Panarelli
Nato a Bologna, ma cresciuto salentino, frequento il corso di laurea magistrale in Politics and Policy Analysis in Bocconi. Da febbraio 2020 sono caporedattore di Oripo quindi se vi piace quello che leggete è merito mio se non vi piace è colpa degli autori. Nel 2018 è uscito per Edizioni Montag il mio primo libro "La notte degli indicibili". Un chiaro segno della crisi dell’editoria italiana.

Commenta

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.

2,768FansMi piace
3,391FollowerSegui
1,382FollowerSegui
332FollowerSegui