Cose da tener d’occhio questa settimanaTempo di lettura stimato: 1 min.

0
207
Immagine puramente estetica

Banca d’Inghilterra

Giovedì la Banca d’Inghilterra annuncia la decisione sui tassi di interesse. Nell’ultima riunione di settembre, il comitato di politica monetaria della banca centrale ha votato all’unanimità di mantenere i tassi di interesse allo 0.75 per cento.
Molto probabilmente non rimarranno tali, stime affermano che si potrebbe arrivare a tagliarli fino allo 0.50.

Toyota e Mitsubishi nel segno dello yen

In Giappone, gli investitori monitoreranno l’impatto della forza dello yen sui risultati semestrali di due società leader: Toyota e Mitsubishi. La Toyota, una delle più grandi case automobilistiche giapponesi, ha registrato in agosto un aumento di quasi il 9% degli utili del primo trimestre, grazie a un leggero aumento delle vendite di automobili e al miglioramento dei costi di marketing. Nel frattempo Mitsubishi, la più grande casa automobilistica giapponese, fornirà indicazioni sull’impatto della valuta nell’ultimo anno.

Elezioni in Spagna

La Spagna si sta dirigendo verso le quarte elezioni in 4 anni. I sondaggi suggeriscono che ai nastri di partenza nessun partito o coalizione politica otterrà la maggioranza. Il primo ministro e leader socialista Pedro Sanchez ha convocato le elezioni il mese scorso, sperando di rafforzare la presenza socialista in Parlamento dopo le elezioni di Aprile in cui non ha avuto i voti necessari per governare. E’ possibile prevedere che il suo partito perderà seggi a causa dei disordini in Catalogna e di un leggero rallentamento della crescita economica.

30° anniversario della caduta del muro di Berlino

La Germania festeggia il 30° anniversario della caduta del muro di Berlino sabato, con 200 concerti pubblici e incontri commemorativi.

La Germania unificata ha prosperato economicamente e politicamente, è stata un modello di democrazia e unità europea. Ma nuove minacce oscurano i cieli di Berlino. Mentre l’economia tedesca si riprende dopo il breve stop causato dalle guerre commerciali, il populismo e il neo-nazismo impennano nuovamente in Europa e la Brexit minaccia di destabilizzare il progetto europeo, di cui la Germania negli ultimi anni è stata leader.

Commenta

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.