fbpx

IMPARZIALI, COSTRUTTIVI, ACCESSIBILI

Home Analisi The Week Ahead: Cosa aspettarci questa settimana

The Week Ahead: Cosa aspettarci questa settimana

Tempo di lettura stimato: 2 min.

-

La NATO si incontra a Londra

Il Regno Unito ospiterà i 29 leader dei paesi NATO ad un summit a Londra per festeggiare i 70 anni dell’alleanza. L’anniversario tuttavia potrebbe essere oscurato dai malumori di alcuni leader. Il meeting sarà di breve durata per evitare di mostrare in pubblico le debolezze interne della NATO e rimandare le discussioni a riunioni apposite.
Ci sono 3 leader che potrebbero voler guidare l’agenda e che consigliamo di tener d’occhio:

  • Il Presidente turco Erdogan, che è molto amareggiato dato che non ha ricevuto alcun supporto nella missione contro i Curdi Siriani.
  • Il Presidente Macron si è epresso negativamente sull’alleanza e potrebbe cogliere al volo l’opportunità per dettare l’agenda.
  • Il Presidente Trump, d’altra parte, potrebbe portare al tavolo l’insoddisfazione per i risultati scarsi che i paesi stanno ottenendo nel raggiungere il 2% in spesa militare.

La Cop25 a Madrid

Le Nazioni Unite ed i 200 paesi firmatari dell’accordo di Parigi si incontrano per affrontare il tema del mercato globale del carbone. La Spagna ospiterà l’incontro mentre il Cile condurrà i negoziati. L’incontro si sarebbe dovuto svolgere a Santiago del Cile, ma le proteste nel paese hanno costretto ad un cambio di location.
Si pensa che le richieste avanzate saranno di tagliare più sostanziosamente sul carbone. Il Cile, nel summit di Settembre, aveva dato il via ad una coalizione formata da paesi in via di sviluppo ed europei che si è impegnata ad aumentare gli sforzi per l’obiettivo zero emissioni entro il 2050.

L’Iraq delle proteste

In Iraq a seguito delle dimissioni di Abdul Mahdi, sarà nominato un nuovo presidente. Il compito spetterà al Presidente Barham Saleh che chiederà alla maggioranza di nominare un nuovo Primo Ministro secondo quanto scritto nella Costituzione.

Il supporto ad Abdul Madhi era venuto a mancare mese dopo mese.
Anche il Grande Ayatollah Ali al-Sistani aveva condannato l’uso della forza contro i manifestanti nel paese, negli scontri che avevano portato a oltre 40 morti in un giorno.

Seguiremo gli aggiornamenti settimana per settimana.

Redazione
Orizzonti Politici è un think tank di studenti e giovani professionisti che condividono la passione per la politica e l’economia. Il nostro desiderio è quello di trasmettere le conoscenze apprese sui banchi universitari e in ambito professionale, per contribuire al processo di costruzione dell’opinione pubblica e di policy-making nel nostro Paese.

Commenta

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.

2,696FansMi piace
3,206FollowerSegui
1,382FollowerSegui
306FollowerSegui