fbpx

IMPARZIALI, COSTRUTTIVI, ACCESSIBILI

Home Analisi Italia Scorta a Liliana Segre dopo gli insulti sui social

Scorta a Liliana Segre dopo gli insulti sui social

Tempo di lettura stimato: 1 min.

-

Liliana Segre, senatrice a vita sopravvissuta all’Olocausto, ad 89 anni è al centro del dibattito politico italiano. Il prefetto Renato Saccone ha deciso di assegnare alla senatrice a vita, ex deportata ad Auschwitz, una scorta di due carabinieri che d’ora in poi la accompagneranno sempre.
La decisione è stata presa durante il Comitato per la sicurezza e l’ordine pubblico di Mercoledì pomeriggio.

La Segre in senato ha spinto per una commissione parlamentare anti-odio a sfondo razziale, e da quel momento è stata il bersaglio di quasi 200 attacchi anti-semiti.
La mozione della Segre ha provocato uno degli scontri più intensi del paese con l’antisemitismo dalla seconda guerra mondiale. Il Senato ha approvato la sua mozione per creare la commissione, tuttavia il centro-destra si è astenuto. Nemmeno un voto è arrivato dalle file di Forza Italia, Fratelli d’Italia o della Lega.

Gli attacchi e le minacce contro Segre hanno costretto il Ministero degli Interni italiano ad assegnarle una scorta personale. Sono oltre 200 i messaggi di odio che la Segre riceve ogni giorno.

Chi si esprime sulla vicenda

Giorgia Meloni, leader di FdI ha detto che non ha votato per la mozione perché non ha affrontato l’estremismo islamico e perché è preoccupata che verrà utilizzata per limitare la libertà di espressione delle frange nazionaliste del paese.

Salvini intervistato ha avuto modo di esprimere vicinanza alla senatrice: “Le minacce sono gravissime sempre: contro la Segre o contro Salvini. Io vengo minacciato ogni giorno.”

L’ambasciatore israeliano in Italia ha twittato: “Un sopravvissuto di 89 anni sotto scorta simboleggia il pericolo che le comunità ebraiche in Europa devono ancora affrontare oggi”.

La risposta di Forza Nuova, partito dell’estrema destra conservatrice non si è fatta attendere. A Milano è stato trovato un loro striscione che recitava: “Sala ordina (riferimento al Sindaco di Milano), l’antifa agisce, il popolo subisce.”

Liliana Segre era stata nominata senatrice a vita nel Gennaio 2018 da Mattarella.

Redazione
Orizzonti Politici è un think tank di studenti e giovani professionisti che condividono la passione per la politica e l’economia. Il nostro desiderio è quello di trasmettere le conoscenze apprese sui banchi universitari e in ambito professionale, per contribuire al processo di costruzione dell’opinione pubblica e di policy-making nel nostro Paese.

Commenta

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.

2,773FansMi piace
3,408FollowerSegui
1,382FollowerSegui
343FollowerSegui