fbpx

IMPARZIALI, COSTRUTTIVI, ACCESSIBILI

Home Analisi Italia Perdi? Buttati su altro

Perdi? Buttati su altro

Tempo di lettura stimato: 1 min.

-

Armando Siri non è più sottosegretario, il Premier Giuseppe Conte ha firmato la sua revoca durante il Consiglio dei Ministri di ieri. Sembrerebbe una dura sconfitta per la Lega di Matteo Salvini, ma ancora una volta potrebbe non essere così. Infatti, seppure questo momento politico non sembri giovare alla Lega, con Siri appena sollevato dall’incarico e una serie di arresti e indagati nella regione Lombardia per presunte tangenti, la Lega continua a non perdere consensi in vista delle elezioni europee. Come mai?

Salvini non si ferma mai. Ecco perché. Nella giornata di ieri, dopo il Consiglio dei Ministri durante il quale la Lega non si è opposta nelle votazioni, lasciando che Siri si dimettesse, il Ministro degli Interni si è nuovamente buttato in campagna elettorale. Ha incontrato delle comunità di recupero per tossicodipendenti e ha lanciato la proposta di far ispezionare i negozi che vendono marijuana light e farli chiudere (anche se esistono numerosi studi che certificano che lo spaccio sia diminuito dall’apertura di questi negozi). In seguito, il Ministro degli Interni ha parlato al telefono con il premier israeliano Benjamin Netanyahu. È andato da Lily Gruber a 8 e mezzo, non di certo una sua fan, e ha poi concluso la sua giornata con un comizio ad Ascoli. In tutto ciò ha anche avuto il tempo di discutere pubblicamente con Di Maio e il M5S circa Flat Tax, Decreto Sicurezza 2 e gli attacchi personali che sta ricevendo da loro.

Insomma, anche di fronte a evidenti difficoltà il Ministro degli Interni non mostra segni di debolezza, anche se molti stanno provando in tutti i modi a screditarlo. Certo è che nessun politico italiano al momento ha la sua capacità di essere ovunque, di parlare con i cittadini alle 11 di sera dopo una giornata piena e di essere sempre lucido. Per quanto l’attuale Ministro degli Interni non raccolga le simpatie di molti, possiamo riconoscere che è il politico apparentemente più impegnato a mandare avanti le sue campagne.

Redazione
Orizzonti Politici è un think tank di studenti e giovani professionisti che condividono la passione per la politica e l’economia. Il nostro desiderio è quello di trasmettere le conoscenze apprese sui banchi universitari e in ambito professionale, per contribuire al processo di costruzione dell’opinione pubblica e di policy-making nel nostro Paese.

Commenta

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.

2,688FansMi piace
3,163FollowerSegui
1,382FollowerSegui
293FollowerSegui