fbpx

IMPARZIALI, COSTRUTTIVI, ACCESSIBILI

Home Analisi Italia I 5Stelle ripartono dalla diarchia Di Maio-Casaleggio, Grillo “solo” padre nobile.

I 5Stelle ripartono dalla diarchia Di Maio-Casaleggio, Grillo “solo” padre nobile.

Tempo di lettura stimato: 1 min.

-

È stato reso noto oggi il documento, firmato il 20 dicembre 2017, che sancisce il nuovo assetto del Movimento 5 stelle. Si tratta di tre pagine che cambiano radicalmente i ruoli dei principali esponenti del partito azionista di maggioranza dell’attuale governo.

Il nuovo Movimento 5 Stelle fondato nello studio del notaio Valerio Tacchini ha infatti come soci fondatori il presidente della Casaleggio Associati Davide Casaleggio. e l’attuale vicepremier Luigi Di Maio. Una notizia non da poco visto che sancisce il definitivo passo indietro di Beppe Grillo, ideatore del Movimento insieme a Gianroberto Casaleggio (il padre di Davide). L’ex comico viene infatti riconosciuto come garante del M5S lasciando di fatto le redini del partito alla diarchia Casaleggio-Di Maio con questo ultimo che assume anche il ruolo di teroseriere.

A completare il quadro vi sono il Comitato di garanzia e il Collegio dei probiviri: del primo fanno parte il sottosegretario con deleghe all’Editoria, Vito Crimi, l’ex candidato alla presidenza della Regione Siciliana, Gian Carlo Cancelleri, e la consigliera regionale del Lazio, Roberta Lombardi. Mentre il secondo è costituito dal ministro per i Rapporti con il Parlamento, Riccardo Fraccaro, dalla presidente della commissione Lavoro del Senato, Nunzia Catalfo, e da Paola Carinelli, deputata alla seconda legislatura e fidanzata di Vito Crimi.

La nascita del nuovo M5S era stata in qualche modo resa necessaria dal processo in corso a Genova che vede contrapposti un gruppo di “pionieri” 5Stelle, poi espulsi, contrapposti a Grillo accusato di aver usurpato il Movimento. E proprio dall’avvocato dei “senatori” Lorenzo Borrè sono arrivate pesanti critiche: “l’atto costitutivo del ‘nuovo’ Movimento 5 Stelle ancisce la fine della narrazione del Movimento partecipato, nato dai cittadini, e ci introduce alla realtà oligarchica di un partito creato da due persone”.

Articolo precedenteLa Turchia in recessione
Articolo successivoLa Commissione Europea
Redazione
Orizzonti Politici è un think tank di studenti e giovani professionisti che condividono la passione per la politica e l’economia. Il nostro desiderio è quello di trasmettere le conoscenze apprese sui banchi universitari e in ambito professionale, per contribuire al processo di costruzione dell’opinione pubblica e di policy-making nel nostro Paese.

Commenta

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.

2,693FansMi piace
3,206FollowerSegui
1,382FollowerSegui
302FollowerSegui