fbpx

IMPARZIALI, COSTRUTTIVI, ACCESSIBILI

Home Analisi Cosa possiamo aspettarci questa settimana?

Cosa possiamo aspettarci questa settimana?

Tempo di lettura stimato: 1 min.

-

1) L’Amazzonia continua a bruciare, ma il mondo comincia ad accorgersene. Qualche giorno dopo la scandalosa dichiarazione del Presidente Bolsonaro, che accusava le ONG di essere dietro agli incendi come ripicca per la diminuzione dei contributi pubblici, dal G7 arrivano finalmente notizie positive.
Il Presidente francese Emmanuel Macron ha infatti dichiarato come i paesi del G7 intendano contribuire con una cifra sopra i venti milioni di euro, principalmente per l’utilizzo di più aerei antincendio. Molti si augurano che questa somma rappresenti solo l’inizio di un grande sforzo di cooperazione internazionale per contenere il problema. Per saperne di più sull’emergenza climatica in Brasile, ecco il link del nostro articolo.

2) I mercati saranno sotto stress questa settimana, dopo che il Presidente Trump ha annunciato l’imposizione di dazi su altri trecento miliardi di beni cinesi nei giorni precedenti. Questa non è però l’unica notizia che fa spaventare gli investitori, soprattutto quelli europei. Nel Regno Unito il leader laburista Corbyn terrà un incontro con tutti i parlamentari di ogni schieramento che intendano evitare una Brexit No-Deal, mentre in Italia continua la crisi politica dell’ultimo mese.

3) Proseguono le consultazioni del Presidente Sergio Mattarella e, in parallelo, i dialoghi tra i vari partiti. La direzione del PD è convocata domani, mentre trapelano segnali che i dem sarebbero pronti ad accettare un governo Conte Bis, ipotesi finora esclusa dal segretario Zingaretti. Nelle ultime ore, però, si è riaperto il fronte M5S-Lega, con il ministro leghista Gianmarco Centinaio che ha dichiarato come il partito sia pronto al clamoroso dietrofront.
“Sui dieci punti di Di Maio siamo disponibili a ragionare su quelle che possono diventare le priorità del governo per i prossimi mesi”. “C’è l’ok a parlare con Di Maio nel momento in cui lo stesso Di Maio dovesse chiederci di fare lui il premier. E quindi siamo disponibili a ragionare su quella che sarà la nuova compagine di governo”.
Tutto il mondo attende di scoprire come la vicenda andrà a finire.

Ludovico Bianchihttps://orizzontipolitici.it
Genovese, ligure, europeo. Studio Scienze Politiche all’università Bocconi e mi occupo attivamente di Africa Centrale per non farmi mancare niente. Sempre però con con il mare negli occhi, il Milan nel cuore e soprattutto storia e politica nei pensieri.

Commenta

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.

2,688FansMi piace
3,163FollowerSegui
1,382FollowerSegui
293FollowerSegui