fbpx

IMPARZIALI, COSTRUTTIVI, ACCESSIBILI

Home Analisi Mondo Coronavirus: la diffusione del virus

Coronavirus: la diffusione del virus

Tempo di lettura stimato: 2 min.

-

Il coronavirus, la cui sequenza virale è 2019-nCoV, è il virus che nell’ultimo mese ha gettato nel panico il mondo intero. Scene di isteria e panico hanno invaso anche l’Italia, nonostante i casi di infezione nel nostro paese siano soltanto due. I soggetti infettati dal virus sono due cittadini cinesi, arrivati in Italia per le vacanze del capodanno cinese e subito ricoverati all’ospedale Spallanzani di Roma.

Vediamo però nel dettagli come il virus, il cui DNA è al 76% compatibile con il virus SARS, si sta diffondendo in giro per il mondo. I dati e i grafici provengono dal sito del Centro europeo per la prevenzione e il controllo delle malattie. 

La diffusione del coronavirus in Asia aggiornata al 4 febbraio 2020. Fonte:
European Centre for Disease Prevention and Control

Notiamo come la quasi totalità dei casi di persone infette si trovi in Cina. Ad oggi le fonti ufficiali parlano di 20626 persone infette, 20458 (pari al 99% dei casi) cinesi. Fuori dal territorio cinese, la maggior parte dei contagi è avvenuta in estremo oriente. I paesi più colpiti risultano essere Giappone, Tailandia e Singapore con rispettivamente 20, 19 e 18 casi.

La tabella indica i contagi e le morti causate dal virus paese per paese. Fonte:
European Centre for Disease Prevention and Control

Il tasso di mortalità del virus per il momento risulta essere estremamente basso, si contano infatti 427 decessi, 426 dei quali in Cina. Se per l’epidemia di SARS del 2003 il tasso di mortalità era stato del 10%, il coronavirus ha per ora una mortalità attestata attorno al 2%, rendendo il virus estremamente infettivo ma con un livello di mortalità basso. Quello che è evidente però è stata la decisa risposta messa in atto dalle autorità cinesi per contenere la diffusione del virus.

Wuhan, epicentro dell’epidemia, è stata messa in quarantena e gli spostamenti da e verso la città sono praticamente impossibili. L’intervista pubblicata da Orizzonti Politici settimana scorsa racconta l’esperienza di una studentessa italiana attualmente a Wuhan.

L’Italia ha messo in atto politiche drastiche, decretando la sospensione dei trasporti da e per il paese del dragone. Alcune aziende, come Ikea, Starbucks e Toyota hanno inoltre chiuso i punti vendita e interrotto la produzione nel paese al fine di evitare l’espandersi del contagio. Attualmente milioni di cittadini sono bloccati ad ogni angolo del paese in attesa di poter tornare a casa e riprendere a tornare al lavoro o a scuola.

 

 

 

Redazione
Orizzonti Politici è un think tank di studenti e giovani professionisti che condividono la passione per la politica e l’economia. Il nostro desiderio è quello di trasmettere le conoscenze apprese sui banchi universitari e in ambito professionale, per contribuire al processo di costruzione dell’opinione pubblica e di policy-making nel nostro Paese.

Commenta

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.

2,768FansMi piace
3,391FollowerSegui
1,382FollowerSegui
332FollowerSegui